Skip to main content
City landscape with twin skyscrapers
04 Mar 2022

L'alluminio, un cambiamento architettonico

L'architettura ispira, definisce le tendenze e aiuta a modellare la nostra visione del mondo. Non sorprende che materiali versatili come l'alluminio abbiano contribuito a creare alcuni dei progetti architettonici più belli e sostenibili. Diamo uno sguardo alle origini dell'architettura in alluminio.

In architettura, l'alluminio può realizzare ciò che altri materiali da costruzione comuni, come il mattone e il legno, non possono. È forte ma leggero, resistente alla corrosione, riciclabile all'infinito e può essere modellato in quasi tutte le forme. Nel corso degli anni, l'alluminio è stato una forza trainante nel rivoluzionare l'architettura contemporanea. Vi mostriamo perché generazioni di architetti, produttori e proprietari di case hanno lavorato e continuano a preferire l'alluminio.

Dagli umili inizi e dalle conquiste epocali

All'inizio del 20° secolo, l'alluminio non era molto usato in architettura e nelle applicazioni ingegneristiche a causa dei costi. Ma grazie all'innovazione del processo di produzione negli anni '20, il costo dell'alluminio fu ridotto dell'80% - il che aprì molte opportunità. Il metallo divenne popolare per applicazioni strutturali e per l'uso in numerosi componenti edilizi. Un game-changer per porte, finestre, sistemi scorrevoli, coperture, frangisole e facciate continue.

Nel corso degli anni, l'alluminio è stato una forza trainante nel rivoluzionare l'architettura contemporanea.

L'alluminio cominciò presto ad apparire in famosi capolavori architettonici come l'Empire State Building di New York City. Completato nel 1931, rimase l'edificio più alto del mondo fino al 1970. La sua struttura di base e i suoi componenti erano completati in alluminio, e anche l'interno e l'atrio erano rifiniti con questo materiale.

Per tutta la metà del XX secolo, gli architetti iconici sperimentarono ampiamente l'alluminio. Un interessante esempio precoce di architettura modernista che impiega il materiale è la Aluminaire House, la prima casa interamente in metallo negli Stati Uniti, progettata da Lawrence Kocher e Albert Frey. Situata a Palm Springs, California, la casa è completamente composta da materiali donati e fu costruita in soli dieci giorni. È un esempio di fama mondiale che mette in mostra le possibilità illimitate dell'alluminio.

Spingendo i confini dell'edilizia verde

L'alluminio ha continuato a spingere i confini nel 21° secolo. Le moderne leghe di alluminio sostengono facilmente il peso delle pesanti campate di vetro, offrendo nel contempo il massimo ingresso di luce naturale. I grattacieli di oggi, con una combinazione di vetro e telai in alluminio, raggiungono forme e altezze che sfidano la gravità - con emissioni di carbonio significativamente ridotte.

Con una crescente enfasi sulla bioedilizia e sull'efficienza energetica, le persone in tutto il mondo favoriscono l'alluminio come uno dei materiali da costruzione più sostenibili. Con la sua estrema durabilità, l'alluminio può essere usato in qualsiasi clima e vi darà comunque una protezione eccellente. La tecnologia di isolamento usata nelle finestre in alluminio è la risposta a prova di futuro per la maggior parte dei requisiti a basso consumo energetico.

Aluminaire House, black and white.

Inoltre, alla fine del ciclo di vita del prodotto, il metallo viene fuso per formare nuovo alluminio senza alcuna perdita di qualità. Grazie a questa riciclabilità infinita, gli edifici in alluminio hanno vinto numerosi premi sostenibili tra cui LEED Platinum e BREEAM Outstanding. Questo rende l'alluminio il partner ottimale per la bioedilizia per qualsiasi progetto, compreso il tuo.

Copyright

Axis Towers - Nino Mosulishvili, Nikoloz Kilasonia, Alexander Meshevidze, Gega Astakhishvili (architetti); Tamar Digmelashvili (fotografo)
Arena di Perth - ARM Architecture & CCN Architects (architetti), Stephen Nicholls (fotografo)